Ghiaccioli alla frutta (vera)

 

immagine di Funkytime

Ci aspetta un fine settimana caldissimo e mi sono premunita comprando qualche gelato al supermercato. Leggo sempre le etichette per evitare gli alimenti con coloranti e additivi vari ma stavolta nella fretta (e un po’ per aver confidato troppo nella marca del gelato) sono tornata a casa e solo dopo ho letto l’etichetta… trovando gli aromi.
La voce “aromi” può indicare sull’etichetta anche gli aromi artificiali, prodotti di sintesi aggiunti agli alimenti per renderli più gustosi e appetibili.
Anche se detesto gettare i cibi, i gelati del supermercato sono finiti direttamente nella pattumiera: li ho trovati davvero immangiabili.
Quindi, comprata una bella anguria gigante e un po’ di lamponi, ecco i miei semplicissimi ghiaccioli: ho frullato l’anguria con i lamponi aggiungendo qualche goccia di limone e un po’ di zucchero, altri per praticità li ho fatti con un succo di frutta biologico già pronto. Basta passarli al colino per eliminare i frammenti di semi dell’anguria e dei lamponi.
In pochissimi minuti vanno nelle formine (io avevo in casa quelle in silicone, comode perchè evitano sgocciolamenti vari) e in un paio d’ore sono pronti.
Mi riprometto di provare con altre combinazioni di gusto tipo anguria+yogurt, pesca frullata+fiori di lavanda del giardino, pesca+banana vera.
Il mio bambino è tornato stanchissimo dalla piscina e li ha mangiati con gusto, con mia grande soddisfazione. per avergli dato qualcosa di buono senza aromi artificiali o qualsivoglia additivo.

Un chiarimento sulle differenze tra aromi artificiali e aromi naturali è disponibile qui

Speak Your Mind

*